Kibinai per l'Abbecedario Culinario




1 aprile 2014

Ciao a tutti, come state? Vi hanno fatto qualche pesce d'aprile? A me uno, mi hanno convocato la solita riunione, nella quale non si combinerà nulla e nella quale si stabilirà di fare un lavoro che dovrà essere pronto per "ieri"!

E allora torniamo in Lituania, stasera vi porto al Castello di Trakai, dove sono stata il giorno dopo essere arrivata a Vilnius. Era un sabato pieno di sole, caldo e ventilato. Sono saltata su un bus e dopo un'oretta ero a destinazione. Mi sono incamminata attraversando un paesino molto colorato, allegro, ordinatissimo, fino a raggiungere il lago Galvé. Un lungo ponte in legno porta all'isola su cui sorge il castello, uno spettacolo di bellezza, forza ed eleganza. All'interno del palazzo del Granduca è ospitato un museo di storia, molto interessante, ed è possibile, seguendo un percorso molto ben articolato, visitare tutto, passando per scale, pianerottoli, passaggi stretti, sale enormi, in un girare, salire, scendere, attraversare, degno del magico Castello di  Hogwarts  di Harry Potter!




A Trakai abita una piccola comunità di coloni discendenti da una popolazione che fu fatta prigioniera dal re Vytautas il Grande nel 1397, i Karaim. Gestiscono, oltre che un museo sulla loro storia e una piccola chiesa, anche un graziosissimo ristorante affacciato sul lago, dove è possibile assaggiare le loro specialità fra cui i kibinai, panzerotti ripieni di qualunque cosa. Io li ho presi con carne e piselli e questi vi propongo stasera :)





KIBINAI

per la pasta
1 uovo
2 tazze di farina
per il ripieno
100 g di carne tritata
100 g di pancetta affumicata in una fetta sola
50 g di salsiccia
1 cipolla
200 ml di salsa di pomodoro
1 tazza di piselli sgranati
olio, sale

Mescolate l'uovo con la farina e unite l'acqua necessaria ad avere un impasto morbido. Fatelo riposare avvolto nella pellicola mentre preparate il ripieno.
Rosolate con 1 cucchiaio d'olio la cipolla affettata sottile, quindi unite la carne, la pancetta tagliata a dadini e la salsiccia sbriciolata. Quando tutto sarà ben colorito, unite la salsa di pomodoro e i piselli, regolate il sale e fate cuocere finché il sugo sarà ben ristretto.
Tirate la pasta e tagliatela in tondi, riempite con l'impasto e chiudete a mezzaluna sigillando bene i bordi. Cuocete in forno a 180° per 20-25 minuti.

 


Questa ricetta è per ANGELA che ospita l'ABBECEDARIO CULINARIO, in Lituania fino al 13 aprile. 


Buona serata a tutti, torno presto!

18 commenti:

  1. Carla!!!!!ti ho scritto 10 minuti fa ma non potevo non ripassare per dirti che belle fotooooe che ricetta...poi ancora non ceno!!!!!notte:)))))

    RispondiElimina
  2. Bellini questi panzerotti con un ripieno classico ma sempre ben apprezzato
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia deve essere stato il castello. Per i fagottini io non ho potuto assaggiarli sul posto, mi sono attenuta alle ricette trovate ma immagino che li riempiamo con tutto quello che hanno disponibile. E anche i tuoi saranno buonissimi. Un abbraccio carissima

    RispondiElimina
  4. Itinerario meraviglioso! Dalle immagini ricercate su google devo dire che quella del Castello è quella che mi ha colpito di più! Credo che vederlo dal vivo sia ancora meglio! La ricetta è degna dello sfondo paesaggistico! Ti in vogliano al morso assassino! : ) gnam!

    RispondiElimina
  5. Ciao Carla, non ti preoccupare, aspetto con pazienza la ricetta di domani. Intanto mi godo questa specialità lituana, che non conoscevo. E' un piacere venire a trovarti sempre, ho un sacco di cose da imparare. Grazie!!!
    Buona notte, io sono stanchissima, dovrei andare a nanna.

    RispondiElimina
  6. Carla, le tue foto sono bellissime e fanno venir voglia di evadere, vedere posti nuovi!!
    La ricetta sembra squisita!
    Sogno d'oro:)

    RispondiElimina
  7. i castelli mi affascinano. Fossi stata una principessa nell'altra vita! mi affascinano anche i tuoi piatti! bacioni

    RispondiElimina
  8. quanto mi affascina questo castello, sono super curiosa di visitarlo! Questi panzerotti devono essere ottimi, il ripieno è davvero gustoso!
    aspetto la mail con le info di cui mi dicevi l'altra sera!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  9. affascinante la storia della comunità locale che tiene alte le tradizioni del proprio popolo e anche questi panzerottini...proprio niente male ;)

    RispondiElimina
  10. Gnam! Panzerotti ripieni! Sono sempre buoni!

    RispondiElimina
  11. Ottimi penso questi questi non nomi difversi li trovi on the world. Buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Ma quanto hai viaggiato tu?! Belli come sempre i tuoi racconti di viaggio e stuzzicante questa ricetta... una sorta di street food dell' est!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  13. che bei sofficiotti! mio figlio li ha già prenotati!
    grazie per la tua ricetta
    amelie

    RispondiElimina
  14. ma sono bellissimi... questi tuoi post dei viaggi sono sempre una scoperta...complimenti per le foto e per il magnifico piatto!!

    RispondiElimina
  15. Che posti meravigliosi hai avuto la fortuna di visitare! La ricetta è molto appetitosa.

    RispondiElimina
  16. che bei posti e che belle foto!
    Intriganti pure sti fagotti ripieni! Mi hai ricordato della tappa nuova e che mi devo sbrigare! :)
    Baci

    RispondiElimina