Frittata di spaghetti per "Al km 0"




24 maggio 2018

Ciao a tutti, oggi la nostra rubrica Al km 0 è dedicata alle ricette della tradizione italiana e quando si parla di tradizione nel nostro paese c'è solo l'imbarazzo della scelta. Se anche non si pensa ad una ricetta regionale, basta ricordare cosa cucinavano le nostre nonne, perché la tradizione vera nasce da quello che si preparava abitualmente nelle famiglie. 
E infatti per scegliere la mia portata mi sono rifatta a nonna Maria, che preparava spessissimo la frittata con la pasta avanzata. E quando i nipoti gliela chiedevano, lei lessava rapidamente gli spaghetti e altrettando rapidamente la frittata compariva in tavola.
Quando ho deciso di riprepararla per la rubrica ho fatto un salto all'indietro nel tempo, alle estati al mare, alle corse in bicicletta, alle prime feste in spiaggia, alla giovinezza così spensierata di quegli anni in cui il telefono era ancora attaccato al muro e ci si scrivevano le cartoline! 
L'unica concessione al km 0, è stato l'uso della formaggetta della Val di Vara, anziché della scamorza che usava nonna  😄😉


 

La colazione è da Consuelo: biscotti semplici e inzupposi alla panna 
Il pranzo è da Simona: tonno di coniglio (antipasto tradizionale piemontese) 
La merenda è da Sabrina: crostatine ricotta e caffè (dolce tipico di Terracina-RM) 
La cena è qui: frittata di spaghetti (direttamente dalla cucina della nonna) 
 



FRITTATA DI SPAGHETTI   

200 g di spaghetti
5 uova grandi
100 g di formaggetta semistagionata della Val di Vara
60 g di parmigiano grattato
olio, sale, pepe

Sgusciate le uova in una ciotola capiente e sbattetele con il parmigiano, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Tagliate a tocchetti il formaggio. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua e scolateli al dente. Trasferite la pasta nella ciotola con le uova e mescolate bene. Scaldate 3-4 cucchiai d’olio in una padella da 20 cm di diametro a bordi alti. Unite metà spaghetti, stendendoli in uno strato uniforme con l'aiuto di un forchettone. Distribuitevi i dadini di formaggio e coprite con la pasta rimasta. Cuocete a fiamma vivace per 2-3 minuti scuotendo la padella. Abbassate la fiamma al minimo e cuocete per altri 10 minuti circa, fino a quando la frittata si sarà rassodata e si sarà formata una crosticina sul fondo. Girate la frittata e proseguite la cottura sull’altro lato per 15 minuti circa. Servite subito.


Torniamo il 7 giugno, bacissimi!

Polpo con insalate amare per LIGHT & TASTY




21 maggio 2018

Buongiorno a tutti, LIGHT & TASTY è oggi dedicato alle insalate amare, che rappresentano un prezioso aiuto per la salute e  sono decisamente gradevoli con il loro sapore pungente e fresco.
Le insalate in genere sono ricche di acqua, vitamine, sali minerali e fibre, risultando perciò utilissime nella dieta perché aiutano a depurare l'organismo e a tenere  sotto controllo il peso e contrastano l'azione dei radicali liberi.
In particolare le insalate amare favoriscono, con le sostanze che contengono, la digestione e stimolano l'attività del fegato. Le cicorie sono diuretiche, depurative e disintossicanti; le indivie, con il loro contenuto in vitamine C e A, proteggono dai danni ossidativi oltre che regolarizzare le funzioni intestinali. 




Carla Emilia: polpo con insalate amare 



POLPO CON INSALATE AMARE    

600 g di polpo
1 spicchio d’aglio
200 g fra scarola, cicoria e radicchio rosso
2 filetti di acciuga sott’olio
1 lime non trattato
1 rametto di timo
olio, sale

Lessate il polpo in acqua senza sale finché sarà tenero. Lasciatelo raffreddare nell’acqua di cottura, quindi scolatelo, pulitelo e tagliatelo a tocchetti. Preparate un emulsione con 2 cucchiai d’olio, il succo del lime e poca scorza grattata e le foglioline del timo. Condite il polpo. Pulite le insalate e tagliatele a listerelle. Fate colorire lo spicchio d’aglio in un paio di cucchiai d’olio, quindi toglietelo e unite i filetti d’acciuga. Quando si saranno sciolti, unite le insalate e fatele appassire per bene. Regolate il sale. Disponete le insalate ancora tiepide nei piatti individuali, quindi distribuitevi il polpo e servite. 


Questo è il primo post che esce programmato perché me ne vado in vacanza, quindi scusatemi se non vi risponderò subito. Seguitemi su fb così vi aggiornerò sul mio viaggio in Sicilia. L'appuntamento con la rubrica è per il prossimo lunedì, buona settimana e bacioni 😎😎😎

Gin Tonic per Menù Lib(e)ro




18 maggio 2018

Eccoci come annunciato QUI ad una nuova avventura del gruppo dell'ABC, con cui ho girato l'Italia, l'Europa e il Mondo attraverso un mare di ricette. E se volete seguirci unendovi anche a noi, QUI trovate le regole per partecipare.




Si comincia con gli aperitivi del nostro chef ELOISA.

Ecco il libro da cui ho preso la mia ricetta: Cocktail e aperitivi della collana del Corriere della Sera.





GIN TONIC (1 persona)

4/10 di dry gin
6/10 di acqua tonica
1 lime non trattato
ghiaccio

Versate il Dry Gin e l’acqua tonica direttamente in un bicchiere alto parzialmente riempito con cubetti di ghiaccio, mescolando delicatamente per pochi istanti.
Lavate e asciugate con cura il lime e tagliatelo in una fetta sottile per guarnire il bicchiere e a spicchi da unire al gin tonic.




Prossimo appuntamento dal 25 maggio con gli stuzzichini! A presto 😃

Crostoni al formaggio profumati al pistacchio per il menù del riciclo




16 maggio 2018

Eccoci ad un altro appuntamento con IDEA MENU' che oggi vi propone piatti per riciclare gli avanzi che tormentano tutti quelli che hanno a che fare con la cucina! Quando apriamo il frigo o la dispensa ci sentiamo sempre un po' sconfortati, ma spesso si possono ottenere ottimi piatti con gli avanzi. Leggete qui sotto.


L'antipasto è da Laura: muffin con paté d'olive

Il primo è da Paola: barchette di spaghetti con caprino

Il secondo è da Linda: insalata di pollo
   
Il dolce è da Sabrina: pudding  

La 5° portata è qui: crostoni al formaggio profumati al pistacchio  
 



Questi crostoni sono semplicissimi e molto gustosi per un aperitivo, un antipastino o anche una merenda. Potete usare qualunque tipo di formaggio, se è a pasta dura grattugiatelo per una resa migliore, e qualunque tipo di frutta secca.





CROSTONI AL FORMAGGIO PROFUMATI AL PISTACCHIO     

pane casereccio
mozzarella di bufala
acciughe sott’olio
pistacchi tritati

Disponete sui crostini di pane fette di mozzarella, filetti d’acciuga e pistacchi tritati. Scaldate al MO e servite appena il formaggio inizia a “scappare”. 


Un abbraccio, ci rivediamo fra 15 giorni.

Polpette con salsa di asparagi per LIGHT & TASTY



14 maggio 2018

Buongiorno a tutti, torna LIGHT & TASTY oggi dedicato all'ortaggio primaverile per eccellenza: l'asparago!

Gli asparagi hanno pochissime  calorie (20 Kcal/100 g) e per questo motivo sono indicati nelle diete dimagranti. Sono costituiti principalmente da acqua, fibre e minerali, come calcio, fosforo e ferro. 
Il buon contenuto in fibre rende gli asparagi validi alleati nel mantenimento di una efficace funzionalità intestinale. Hanno anche proprietà diuretiche e sono depurativi; inoltre, grazie alla presenza di rutina, rafforzano le pareti dei capillari. E' bene limitarne l’assunzione nei casi di iperuricemia, gotta e calcoli renali. 




Ma ecco come li abbiamo preparati!





POLPETTE CON SALSA DI ASPARAGI     

300 g di carne di vitello
100 g di prosciutto cotto
1-2 uova
farina
1 mazzetto di asparagi
1 cipollotto
100 g di yogurt bianco intero
brodo vegetale
olio EVO, sale

Tritate due volte la carne con il prosciutto quindi mescolatela con le uova e il sale. Formate le polpettine e infarinatele, quindi rosolatele velocemente nell’olio e scolatele su carta da cucina. Lavate gli asparagi e cuoceteli per 5 minuti a vapore. In una padella fate stufare il cipollotto con poco olio e 1 mestolino di brodo, unite i gambi degli asparagi frullati, lo yogurt e fate scaldare bene. Aggiungete le polpettine, lasciate sobbollire per 15 minuti, bagnando con altro brodo se necessario. Poco prima di spegnere unite le punte degli asparagi e regolate il sale.

A presto, buona settimana!