L'ITALIA NEL PIATTO: estate con sagre, fiere e mercati




2 luglio 2017

Oggi L'ITALIA NEL PIATTO vi porta in giro per feste di diverso genere che rallegrano le piazze delle nostre città e le vacanze. Ce n'è proprio per tutti i gusti. Venite a dare un'occhiata!






Le Alpi Marittime hanno un tratto condiviso da Liguria, Piemonte e Francia e proprio qui inizia l'alta via dei Monti Liguri, dove il paesaggio tipico di montagna ha una vista privilegiata sul mare. Quest'area è oggi parco Naturale e offre nei suoi paesi tranquillità, tradizioni e calda ospitalità. Nell'alta valle del fiume Arroscia le cittadine di Mendatica e Cosio d'Arroscia fanno a gara nell'organizzare feste estive. A Cosio d'Arroscia nella terza domenica di luglio si tiene la festa delle erbe e a Mendatica a fine agosto c'è la festa della transumanza. Queste manifestazioni sono legate dalla Cucina Bianca, una cucina cioè ricca di latticini, farinacei e ortaggi chiari, niente di più lontano dalla cucina mediterranea che pure non è così distante in termini di chilometri. Nei carruggi di questi borghi si possono assaggiare la streppa, cioè la pasta condita con foglie di cavolo, rape e patate, i sugeli, cioè i gnocchetti con il brusso, un formaggio locale, e le turle, cioè i ravioli di patate. E proprio queste ultime ho preparato per l'uscita di oggi!
  




TURLE    

per la pasta
250 g di farina 00
2 uova
vino bianco secco

per il ripieno
300 g di patate
100 g di pecorino semistagionato
60 g di grana grattato
1 uovo
2 rametti di maggiorana
sale

per condire
40 g di burro
grana grattato
1 rametto di maggiorana

Preparate la pasta con gli ingredienti indicati e il vino necessario ad avere un impasto morbido ed elastico, poi fate riposare per 30 minuti circa. Lessate le patate in abbondante acqua salata, quindi pelatele e schiacciatele. Quando si saranno intiepidite, unite il pecorino grattato, il grana, l’uovo e le foglie di maggiorana tritate. Mescolate bene e regolate il sale. Tirate la pasta molto sottile e ricavatene dei dischetti di 6 cm di diametro. Farcite e chiudete a mezzaluna. Lessate le turle in abbondante acqua salata, quindi scolatele e conditele con burro fuso, abbondante grana e qualche foglia di maggiorana.
Potete sostituire la maggiorana con la menta e aggiungere nel condimento qualche nocciola tritata grossolanamente.




Buone vacanze, amici, torniamo il 2 settembre!

15 commenti:

  1. Cara Carla, credo che questo piatto faccia proprio il caso mio, immagino quanto buono sia.
    Ciao e buona domenica con la temperatura che è precipitata di oltre 15 gradi, un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. I ravioli di patate esistono anche qua da noi , naturalmente in collina e sempre con l'aggiunta del nostro Parmigiano, mi incuriosisce però l'aggiunta di vino nell'impasto... ogni regione ha la sua ricetta, dobbiamo ammetterlo! buone vacanze!!! <3

    RispondiElimina
  3. dev'essere Buonissimo , come anche gli altri piatti proposti durante la manifestazione!!!
    ciao

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questo piatto..da provare!

    RispondiElimina
  5. Ciao Carla, come stai? Se sei a Genova e libera una di queste sere ti chiamo, così ci facciamo due chiacchiere in atesa poi di vederci!!
    Non conosco queste zone, ora vado a documentarmi perché con tutti questi piatti deliziosi si meritano una bella gita!!
    Sono tornata dalla campagna, c'era un fresco inaspettato, abbiamo dormito con pigiama e piumone, che bellezza!! Ora si torna al calduccio ma almeno stasera si respira!!
    Un bacione e a presto!!

    RispondiElimina
  6. Da provare assolutamente questo impasto e il suo ripieno alle patate. Segno tutto.
    Belle le foto delle Alpi.

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia! Non sai che darei x fare l'assaggio :-P
    Buona settimana <3

    RispondiElimina
  8. Che mervigliaaaaaaaaa questo piatto... volevo assaggiarli tempo fa in un ristorante ligure ma non li avevano ... appena posso provo a farli a casa!A presto LA

    RispondiElimina
  9. Great post! Thanks for sharing.

    RispondiElimina
  10. Che belle le sagre estive il tuo piatto top

    RispondiElimina
  11. Un posto magnifico grazie dei ravioli mi piacciono proprio cosi con il ripieno di patate

    RispondiElimina
  12. adoro la pasta fresca ripiena che considero un vero atto d'amore per i propri cari....adoro le sagre così evocative di sapori e profumi!!

    RispondiElimina
  13. Questi ravioli sono uno spettacolo,particolare il ripieno di patate!

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo queste stupende turle. Mi ricordano i tortelli di patate alla mugellana, ma vedo che qui ci sono ingredienti come il vino e la maggiorana che danno un tocco particolare. Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina