Cinghiale al vino rosso per IDEA MENU'

 

26 gennaio 2022
 
Eccoci ad un altro appuntamento con IDEA MENU'. Oggi ci dedichiamo a piatti robusti, adatti al freddo, soprattutto se qualcuno riesce ad andare in montagna e si troverà su prati innevati! 
 
Dolce da Laura: crema catalana
 
 
 
 
 

CINGHIALE AL VINO ROSSO

600 g di cinghiale tagliato a spezzatino

aceto bianco q.b.

2 spicchi d’aglio

4 chiodi di garofano

1 cipolla

2 bicchieri di vino rosso

80 g di lardo

sale

 

Mettete il cinghiale in una terrina, unite gli spicchi d’aglio schiacciati e i chiodi di garofano, poi coprite con acqua e aceto in parti uguali, mettete in frigo e lasciate marinare tutta la notte. Sciogliete il lardo in un tegame antiaderente poi fatevi rosolare il cinghiale, scolato dalla marinata, unite la cipolla tritata e quando tutto sarà ben colorito, bagnate con il vino. Mettete il coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per circa due ore. Se il cinghiale non sarà tenerissimo, prolungate la cottura e se il sugo dovesse asciugare troppo diluite con acqua poca alla volta.

 


Torniamo fra 15 giorni, un abbraccio! 

5 commenti:

  1. Che piatto gustoso!
    Ottima proposta.

    RispondiElimina
  2. buonaaaaa, ottima per riscaldare, bravissima

    RispondiElimina
  3. Un gustoso piatto che gradirei molto oltre che con un bel bicchiere di rosso corposo con una bella fetta di polenta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ottimo spezzatino rustico... Da buona bergamasca lo accompagnerei con la polenta!

    RispondiElimina
  5. La selvaggina da noi non si trova. La puoi solo prenotare in macelleria ma poche accettano. Il sottovuoto o surgelati difficile anche nei supermercati. Non è molto richiesto a Trieste. In Friuli nelle cittadine vicini a dive si può cacciare è più usata. A me piace ma ormai li sono rassegnata. Buona giornata.

    RispondiElimina