L'ITALIA NEL PIATTO: Natale, doni di gusto




2 dicembre 2017

Buongiorno amici, il Natale si avvicina a grandi passi e L'ITALIA NEL PIATTO vuole proporvi tante ricette da tutte le regioni del nostro paese, perché oggi non manca nessuno!, per fare un presente goloso alle persone a cui volete bene.




Ecco i nostri suggerimenti.

Valle d’Aosta: tegole e fiocca 
Lombardia: crema lodigiana  
Trentino-Alto Adige: lebkuchen
Veneto: fregolotta 
Friuli-Venezia Giulia: putizza 
Toscana: cassata fiorentina 
Umbria: tozzetti 
Marche: frustingo
Abruzzo: parrozzo 
Calabria: ravioli di ceci 


La mia ricetta è tipica dell'entroterra di Spezia; siamo a Sarzana, perno della Val di Magra, l'erede storica dell'antica città romana di Luni. Grazie alla sua posizione, Sarzana è sempre stata crocevia di comunicazioni fra Liguria, Toscana ed Emilia, quindi anche la cucina di queste zone risente degli usi delle regioni confinanti. I dolcetti che vi propongo richiamano i cantucci toscani, anche se hanno un sapore loro ben definito e diverso, grazie ai semi di finocchio e al Marsala. Sono pratici da preparare e molto carini da regalare. Eccoli qui!






FINOCCHINI DI SARZANA   

170 g di farina 00
160 g di fecola di patate
100 g di zucchero
50 g di burro
10 g di semi di finocchio
½ cubetto di lievito di birra
1 uovo
½ bicchiere di Marsala secco
latte q.b.

Disponete la farina e la fecola in una ciotola, unite l’uovo, metà dello zucchero e parte del Marsala. In un pentolino fate sciogliere il restante zucchero con il Marsala rimasto e aggiungetelo nella ciotola con il burro sciolto. Cominciate a impastare, quindi unite il lievito sciolto con poco latte tiepido e i semi di finocchio. Aggiungete altro latte poco a poco fino ad ottenere un impasto morbido. Fate lievitare per 20-30 minuti. Formate poi tre filoncini e disponeteli ben distanziati sulla placca foderata di carta forno. Fate cuocere a 180° per 15-20 minuti. Togliete dal forno e fate leggermente intiepidire, quindi tagliateli a fette alte circa 1 cm. Rimettete le fette in forno per 10 minuti o finché saranno dorate.





Buone feste amici che ci seguite, torniamo il 2 gennaio!

19 commenti:

  1. cara Carla, questo pane croccante lo conosco bene mi piace perche non a zuccheri e è buonissimo.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao Carla! che bell'idea per Natale, io sto cominciando a fare biscotti per queste feste e ti devo dire che cerco idee sempre nuove ed originali! io amo amolto i l sapore dell'anice e questi biscottini mi sembrano davvero appetitosi!
    Ti mando un bacio ma aspetto a farti gli auguri ...a presto!
    https://i5mondi.com/blog/

    RispondiElimina
  3. é delicioso!!!
    Boas férias para você Carla !!
    Um NATAL cheio de paz e amor e um ano vindouro cheiinho de realizações !!
    grande abraço amiga !!
    :o)

    RispondiElimina
  4. Buoni, assomigliano un po' agli anicini siciliani. Brava!

    RispondiElimina
  5. Io questi li ho gustati al sud non saranno stati uguali ma il finochietto e croccanti lo erano e come. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  6. Ma che delizia queste biscotti... non li conosco... ma appena vengo giù voglio provarli! A presto LA

    RispondiElimina
  7. Ciao Carla. Personalmente non conoscevo questi biscotti molto particolari, mi hanno davvero incuriosita, credo che li proverò. Brava come sempre la nostra Carla. Ti abbraccio cara.

    RispondiElimina
  8. Questi biscotti somigliano molto a quelli che prepariamo anche noi proprio in questo periodo. La ricetta è un po' diversa però, quindi segno la tua versione. Sono curiosa di provarli. Ciao.

    RispondiElimina
  9. Non li conoscevo Carla, voglio provare a farli. Buona domenica, Sabrina

    RispondiElimina
  10. Perfetti per i regali di Natale, grazie per la ricettina! Baci

    RispondiElimina
  11. Ma che meraviglia! Che bellissimo giro per l'Italia e per le tradizioni. Tu brava come sempre.
    Io son finalmente tornata ad aggiornare il mio blog.
    Un abbraccio
    A rileggerci presto

    RispondiElimina
  12. Non lo conoscevo, a come tutti questi tipi di biscotti sono Certa è che mi piaceranno!
    Elisa

    RispondiElimina
  13. Immagino che profumino e che bontà !

    RispondiElimina
  14. Ma sono deliziosi :)
    Bravissima!
    Un bacio

    RispondiElimina
  15. mai assaggiati e l'idea della fecola nell'impasto lievitato mi incuriosisce.. sempre bravissima!

    RispondiElimina
  16. Una ricetta molto raffinata che si presta nei gironi di festa, grazie

    RispondiElimina
  17. Aspetto delizioso e scommetto che anche al gusto sono deliziosi! ;)
    Vale

    RispondiElimina
  18. Quante delizie mi fai scoprire, Carla, di una regione a me vicina. Questa ‘contaminazione’ non la conoscevo. Li immagino a fine pasto inzuppati nel vin santo o qualche vino dolce ligure. Che bontà!

    RispondiElimina
  19. Devono essere squisitamente buoni questi biscottini! Complimenti!

    RispondiElimina