L'ITALIA NEL PIATTO: la sagra dello stoccafisso e il cappuccino di stocco




16 giugno 2015

Buongiorno a tutti, siamo alla seconda uscita dell'ITALIA NEL PIATTO, dedicata alle sagre di pesce e alle ricette di pescato. 



Ecco cosa c'è di bello e buono fra le nostre regioni


Valle d'Aosta: pesce di montagna

Piemonte: trota in carpione

Lombardia: trota saporita alla gardesana

Veneto: spaghetti con acciughe e barba di frate

Friuli-Venezia Giulia: tris di regina di San Daniele

Liguria: la sagra dello stoccafisso e il cappuccino di stocco

Emilia Romagna: la sagra del pesce a Gorino di Goro

Toscana: spaghetti con le vongole (alla livornese)

Abruzzo: spaghetti alla chitarra con vongole veraci e ceci

Molise: la scapece molisana

Umbria: trota al tartufo 

Campania: spaghetti, scampi e telline

Calabria: quadaru 'i pisci

Puglia: polpo con le patate al forno

Sicilia: turbante di pesce bandiera


Tutti gli anni a Campo Ligure nel Castello Spinola si tiene la Sagra dello Stoccafisso. Quest'anno i giorni dedicati all'evento sono il 26 - 27 e 28 giugno. Nella bellissima cornice del Castello si potranno gustare piatti tipici della cucina ligure a base di stoccafisso, ma anche altri piatti della tradizione.




Campo Ligure si trova nell'entroterra di Genova, sulla strada del Passo del Turchino, affacciato sulle sponde dello Stura, fra il parco naturale del Beigua e quello delle Capanne di Marcarolo. E' famoso anche per i lavori in filigrana.



Il mio cappuccino di stocco è una libera interpretazione di una ricetta che un po' di tempo fa ho intravisto alla Prova del Cuoco e che ho forzato a questo appuntamento dell'ITALIA NEL PIATTO, partendo da un piatto della tradizione.
Il modo di cucinare lo stoccafisso così come ve lo descrivo nella ricetta è tipico del ponente e si chiama brandacujun; pare che derivi dalla cucina di bordo quando sui pescherecci si cucinavano stoccafisso e patate scuotendo (brandando) le teglie per favorire la mantecatura, tenendole fra le gambe (e cujun indica proprio gli attributi!). In realtà ho preparato lo stocco lessandolo e passandolo al mixer con l'olio necessario ;)




CAPPUCCINO DI STOCCO

300 g di stoccafisso bagnato
300 g di patate
100 g di latte
olio EVO
1 cucchiaio di bottarga di tonno
sale

Lessate lo stoccafisso per 10-15 minuti, quindi pulitelo e sminuzzatelo, mettetelo in una pentola di coccio, aggiungete l'olio e amalgamate. Quindi mettete il coperchio e agitate energicamente la pentola fino a raggiungere la mantecatura. Lessate le patate , passatele e unite il latte preparando un puré morbido. In un bicchiere trasparente disponete lo stoccafisso, coprite con il puré e decorate con la bottarga grattata. Servite fresco.




Vi ricordo di visitare il nostro BLOG, dove troverete ricette, appuntamenti e le regole per partecipare al nostro contest. 

Un abbraccio a tutti, a presto!

17 commenti:

  1. Una mousse molto gustosa e al guardarla sembra un dolce goloso...., molto buono ! Felice giornata !

    RispondiElimina
  2. Riesci sempre a stupire! bravissima Carla un bacio

    RispondiElimina
  3. Con questo "cappuccio" mi hai stesa cara.... assolutamente da rifare, grazie della ricetta!!!!!

    RispondiElimina
  4. Questo cappuccino è invitantissimo!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. che coppa invitante, te n'e' avanzato un po' per me, non so proprio cosa cucinare stasera, lo gradirei molto!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta e che bella presentazione :)
    Bacio

    RispondiElimina
  7. ma è bellissima questa ricetta..troppo gustosa, finalmente ho capito cosa significa brandade, grazie Carla Emilia...mi si è aperto un mondo!

    RispondiElimina
  8. Mitica Carla!! Me ne avevi parlato e adesso che lo vedo lo trovo ancora più delizioso di come lo immaginavo!!
    Mi piacerebbe tantissimo, peccato che a casa mia lo stoccafisso è un pesce quasi bandito, mi tocca mandare in vacanza il marito per prepararmelo!! Un bacioneeee!!!

    RispondiElimina
  9. Carla e che ti devo dire...sei troppo brava...complimentissimi!
    come vanno gli esami, hai finito?
    io continuo con i 730....ti aspetto con il latte anche se non cosa vedere.....ti abbraccio forte forte a domani:)

    RispondiElimina
  10. Cioè mi stai dicendo che li dentro c'è del baccalà?!
    Noooooooo idea incredibile.
    A me piace tantissimo lo stoccafisso. Immagino in versione red maro'

    RispondiElimina
  11. Veramente una bella rivisitazione e sarebbe il massimo partecipare a questa sagra.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Che piatto magnifico e creativo!!!! Complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  13. ma che bella presentazione Carla per gustare in modo raffinato lo stoccafisso con le patate!
    bravissima e un bacione

    RispondiElimina
  14. Adoro questo genere di interpretazioni.. e sai che ho assaggiato una cosa simile in un ristorante stellato di Torino? Solo che lì invece di ricreare un cappuccino ricreavano un cocktail Alexander nei suoi colori.. Una delle cose più buone che mi sia capitato di assaggiare negli ultimi anni!

    RispondiElimina
  15. Un'idea molto invitante e originale, bravissima Carla!!

    RispondiElimina
  16. Che chiccheria! Questa me la gioco per l'ora dell'aperitivo! Brava brava brava!

    RispondiElimina
  17. Bellissima ricetta, bravissima!!!

    RispondiElimina