Pasteis de nata




8 luglio 2014

Ciao a tutti, stasera mi voglio consolare con un bel dolcetto che arriva dal Portogallo e che pubblico volentieri perché quando L'Abbecedario Culinario era in questa nazione, io non viaggiavo ancora con il gruppo.


PASTEIS DE NATA

400 g di pasta sfoglia
500 ml di latte
1 limone non trattato
1 stecca di cannella
60 g di farina 00
200 g di zucchero
150 ml di acqua
7 tuorli
zucchero a velo

Sciogliete la farina in un po' di latte formando una pastella senza grumi. Portate a bollore il latte rimasto con la stecca di cannella e la scorza del limone. Togliete dal fuoco e versate, attraverso un colino nella pastella, amalgamando bene. Mescolate l'acqua e lo zucchero, quindi mettete al fuoco e portate a bollore per 3 minuti, poi unite al composto di latte e farina. Mescolate bene e fate raffreddare. Unite alla fine i tuorli, uno alla volta mescolando bene. 

Stendete la pasta sfoglia e arrotolatela strettamente, quindi tagliate dei tronchetti da 2 cm, che metterete nei pirottini facendo un incavo e allargando con le dita. 




Riempite l'incavo con la crema e cuocete a 250° per 20 minuti, finché la crema si bruciacchierà un po'. Spolverate con zucchero a velo, prima di servire.





Sono molto buoni, li avevo assaggiati a Lisbona proprio nella pasticceria che è diventata famosa per questi pasticcini, la Casa Pasteis de Belem, vicino al Monastero dos Jeronimos, appena fuori città. 




Il post è programmato, sono a sentire un concerto: il nostro Teatro dell'Opera organizza una serie di concerti gratuiti in occasione dei mondiali con possibilità di seguire poi le partite sul maxischermo. Stasera però tornerò a casa, non mi interessa vedere Brasile-Germania. Domani invece dopo il concerto, seguirò anche Argentina-Olanda e farò un tifo pazzesco per gli Orange ;)

Poi vi racconterò tutto. Bacissimi!

23 commenti:

  1. ciao Carla!!!!che bello vederti all'opera!!!
    che buoni che sono....poi con messi li con buon caffè...ottimi!!!!!
    divertiti questa sera...io ieri non sono passata causa mal di testa.....
    com'è andata oggi? io sto in giro con Antonio dalle 2:30 ora non vedo l'ora che vada a dormire!
    ti abbraccio simona ..... a domani:)

    RispondiElimina
  2. Sembrano davvero molto buoni Carla!
    Ti auguro una buona serata e "buon concerto".

    RispondiElimina
  3. Ciao Carla, come stai? :) Deliziosi questi dolcetti, da tempo vorrei farli e non mi decido mai... i tuoi sono invitantissimi :) Complimenti e un bacione, buon concerto :** <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Carla, fantastici e davvero invitanti :-)
    Divertiti al concerto!!
    A presto

    RispondiElimina
  5. Sento il profumo della crema....fagottini invintantissimi!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Una pausa dolce e profumata che ci ricorda Lisbona e pensare al teatro in una notte d'estate fa veramente vacanza!! Buona serata e a prestissimo!! Bacioni

    RispondiElimina
  7. Ciao Carla, bella iniziativa quella dei concerti gratuiti e tu fai bene ad andare almeno ti rilassi, ti distrai un po'.
    Avevo sentito tanto parlare di questi dolcetti e sarei proprio curiosa di assaggiarli. Siamo stati a Lisbona, ma purtroppo non li ho provati, chissà..sarà per la prossima volta oppure potrei provare a farli io.
    Buona serata e domani tifo anch'io Olanda.

    RispondiElimina
  8. Anche io le ho mangiate lì!! E poi ovunque durante la mia vacanza in Portogallo!! Che buone!! Brava!!

    RispondiElimina
  9. Certo che sono una bella consolazione!!! Le ho viste in un documentario su Lisbona e mi sa che per il momento l'unico modo per assaggiarle è farle in casa :-)
    Le tue sono golosissime e davvero invitanti con quella bella crosticina caramellata!!!!!
    Appena interrompo la dieta (ora mi sto preparando per le vacanze) le faccio:-)
    Grazie per la ricetta, a presto ....

    RispondiElimina
  10. La tua cucina è sempre ottima Carla!!
    Ti auguro una splendida estate!!
    Bacioni e a presto!

    RispondiElimina
  11. Ma che belli questi dolcini! Non li conoscevo! Grazie per averli postati :-)))).
    Sono curiosa di provarli! Un bacione

    RispondiElimina
  12. Sono buonissimiiiii e golosissimiiii, complimentii! Li conosco perchè mia figlia, quella grande, quando è stata in Portogallo per il master, li ha imparati a fare....e non ti dico quando si cimenta, come fanno presto a sparire dal piatto sono come le ciliegie una tira l'altra....gnammmmm
    Grazie e bacioniiiii
    ciaooo

    RispondiElimina
  13. ma quale bontà!!!....Brava!

    RispondiElimina
  14. Sììììììììììììììììììììììì li conosco questi golosi dolcetti!!!!! Complimenti cara, che brava!!!

    RispondiElimina
  15. Mai mangiate!! da rifare...SUBITO.. spero con lo stesso risultato!!
    Bacio...
    Angela

    RispondiElimina
  16. ciao Carla...stai vedendo la partita? io vado a dormire...fai un bellissimo sogno...ci sentiamo domani:)tvb simona

    RispondiElimina
  17. Quante belle ricette ci proponi ,cara Carla ! Non solo sono buone ma ci permetti di conoscere piatti di altri paesi e di farci così una vera cultura culinaria ! Ti ringrazio tanto !
    Ti abbraccio forte ,buona notte!

    RispondiElimina
  18. che bei ricorda che mi ripiortano a lisbona una delle città più belle del mondo

    RispondiElimina
  19. Io li mangiai proprio a Belem ed erano buonissimi!!
    Ricordi...ricordi....in questo periodo la nostra vita è piena di ricordi!
    speriamo di poterci dimenticare della sofferenza e ricordarci solo dei bei momenti!!
    baci

    RispondiElimina
  20. Che carini q uesti dolcetti! Non li conoscevo: evidentemente ho ancora tanto da viaggiare e da assaggiare! :-P

    RispondiElimina
  21. Per fortuna poi ci hai raggiunto! ...io le avevo fatte, che bontá ste pasteis! ;)

    RispondiElimina