Ris cun la terdura per quanti modi di fare e rifare




11 marzo 2018

Buongiorno a tutti, come ogni seconda domenica del mese, prendiamo ispirazione dalla Cuochina e cuciniamo un primo della tradizione italiana. Oggi tocca all'Emilia Romagna che ci offre un piatto semplice e delicato, comune anche ad altre regioni con qualche variante, il ris cun la terdura.
La ricetta della Cuochina è QUI ma l'ho riprodotta fedelmente, anche perché così me lo preparava mia mamma, quando ero piccola, alternando il riso alla pastina.

 
RIS CUN LA TERDURA
  • 2 uova
  • 7 cucchiaiate di  reggiano grattugiato
  • 150 g di riso
  • 1,200 l di brodo di carne
  • noce moscata, sale
Preparate un buon brodo di carne nel modo in cui siete abituati solitamente. Quand'è pronto, filtratelo con il colino, prendetene 1,200 l e mettete sul fuoco.  Aggiungete il riso ben lavato e scolato, e lasciate cuocere. Nel frattempo, in una zuppiera, sbattete le uova con il parmigiano, il sale e la noce moscata grattugiata. A cottura ultimata del riso, versate la minestra nella zuppiera e mescolate bene in modo da far rapprendere le uova. Servite subito ben caldo.





Ringraziando la Cuochina e tutte le mie amiche dei quanti, vi do appuntamento all'8 aprile quando prepareremo gli spaghetti alla puttanesca, un primo meraviglioso che arriva dalla Campania.




Un abbraccio grande, a presto!

11 commenti:

  1. Buona domenica cara Carla Emilia!
    Aspettando la primavera, gioire di una minestra calda e deliziosa, non può che fare bene e riscaldare, sia il corpo che lo spirito! Comunque, in qualsiasi condizione atmosferica, per noi è sempre bello ritrovarci per realizzare tutti insieme, in allegra compagnia, il meraviglioso menù della Cuochina del 2018! Un menù con tanti primi della cucina italiana ricco di bellissime ricette.

    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per essere stata dei nostri oggi e per la tua golosissima versione del Ris cun la terdura.

    Il prossimo appuntamento con la cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà l'8 aprile, ci ritroverà in Campania per preparare gli Spaghetti alla puttanesca.

    Ti aspettiamo!
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Ciao cara, non conoscevo questo piatto che sembra proprio gustoso! Buona domenica, Sabrina

    RispondiElimina
  3. Allora sono emiliana e questa ricetta non la conoscevo, però deve essere proprio gustoso

    RispondiElimina
  4. Ottima versione e anche da noi si usava e si usa anche la pastina, buona domenica e alla prossima!

    RispondiElimina
  5. Con il riso non la conoscevo, quindi.....la provo ^_^
    Un bacio e buona doemnica

    RispondiElimina
  6. Ottima vesione anche la tua penso sia la minestra dei ricordi, tutte noi abbiamo qualcuno da ricordare con questo piatto. Buona serata.

    RispondiElimina
  7. Non conosco questo piatto ma qualcosa del genere ricordo fatto con il semolino ma solo brodo con un dado non ricordo sia stato squisito.... proverò ogni tanto fa bene ma con il riso che adoro. Buona domenica un bacione

    RispondiElimina
  8. Un piatto riscaldante e gustoso, ottimo con questo tempo piovoso !

    RispondiElimina
  9. Questa minestra di riso è un vero e proprio "comfort food", perfetta per le serate fredde! Un bacio

    RispondiElimina
  10. ciao Carla Emilia
    davvero una ricetta ottima e con il profumo di ricordi belli
    dell'infanzia anche per noi.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina