Risotto ai fegatelli per Menù Lib(e)ro




20 agosto 2018

Buongiorno a tutti. Oggi vi lascio la ricetta di un primo di terra per Menù Lib(e)ro. La chef che ci ospita è la mia amica ELENA e QUI trovate le indicazioni per partecipare se vi fa piacere: avete tempo fino al 30 agosto. 




Ecco il libro da cui ho pescato questa fantastica ricetta!




Prima di lasciarvi la ricetta, qualche annotazione. La ricetta originale, come potete vedere, prevedeva l'uso dei fegatelli d'anatra, ma non avendoli trovati, ho usato quelli di pollo. Quando preparo un risotto non tosto mai il riso con la cipolla o altro. Il riso richiede temperature più alte e quindi si rischierebbe di bruciare la cipolla o non tostare per bene il riso. Quindi ho tostato il riso e a parte la cipolla con i fegatelli e poi ho riunito gli ingredienti. Infine per un risotto così importante ho usato il Riso Gallo Gran Riserva invecchiato un anno. Provatelo, perché veramente ha una marcia in più!




RISOTTO AI FEGATELLI CON TARTUFO NERO

150 ml di brodo di pollo
300 g di riso
70 g di grana padano
300 g di fegatelli ben puliti
½ bicchiere di marsala secco
8 fettine di lardo tagliato sottile
80 g di burro
100 g di tartufo nero di Norcia
1 scalogno
1 foglia d’alloro
olio, sale, pepe nero in grani
2 cucchiai di sugo di tartufo

Ponete sul fuoco una casseruola con 1 cucchiaio di olio e 20 g di burro, unite lo scalogno tritato, i fegatelli tritati (tranne 8 per la guarnizione) e il riso, quindi bagnate con il marsala tenendone 3 cucchiai per la salsa. Portate a cottura il riso con il brodo, quindi mantecate con 40 g di burro e il grana. Cuocete con olio e alloro i fegatelli interi avvolti nelle fettine di lardo, regolate di sale e pepate. Tritate il tartufo e rosolatelo con metà del burro rimasto, bagnate con il marsala tenuto da parte, poi unite il sugo di tartufo nero e 2 cucchiai di brodo, legando con il burro rimasto e 1 cucchiaio di olio. Sistemate il risotto nei piatti, decorate con i fegatelli nel lardo e bagnate con la salsa e una macinata di pepe nero.




Alla prossima cari amici. Buon proseguimento.


9 commenti:

  1. Cara Carla che cosa ce di meglio di un buon risotto, quando fa tanto caldo, un risotto freddo è l'ideale.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Buona settimana...non amo le frattaglie...ma adoro i risotti!!

    RispondiElimina
  3. olá Carla:
    nossa que delícia !!
    eu amo risoto de qualquer jeito, quente ou frio.
    é sempre tão saboroso e nutritivo.
    por aqui ainda estamos no inverno então o risoto ainda é melhor quente.
    mas esta receita vou fazer assim que os dias ficarem mais quentes.
    gostei muito
    grande abraço.
    :o)

    RispondiElimina
  4. Che bontà questo risotto! Da tener presente :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Ottimo riso (io adoro il riso).

    RispondiElimina
  6. fantastica davvero questa ricetta! Mia nonna spesso faceva il risotto con i fegatini, il tartufo ci sta davvero bene. Mi piace anche il tuo escamotage per tostare il riso senza "rovinare" la cipolla... complimenti per la scelta!

    RispondiElimina
  7. Tartufo, fegatini... Un risotto da leccarsi i baffi. Bravissima, un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Amo i fegatelli e questo piatto mi fa venire l'acquolina solo a guardarlo!!!

    https://nettaredimiele.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. E' da una vita che non mangio fegatini.... ottimo risotto!!!!

    RispondiElimina