Le raviole del plin e i bigné salati di Francy per il recipetionist





13 dicembre 2016

Buongiorno cari amici, eccomi con due ricette con le quali partecipo al recipe di questo mese. Con tutto il tempo che avevo mi riduco oggi a postare, d'altra parte ho sperimentato i piatti con la mia amica Patrizia che è venuta a trovarmi nel ponte dell'Immacolata. Il risultato è stato mitico! Allora procediamo con ordine. La vincitrice è FRANCY, un blog pieno di delizie rallegrato da impeccabili e divertenti disegni fatti da lei 😍
Nella scelta delle ricette sono stata guidata dal fatto che volevo qualcosa di particolare per festeggiare la mia amica e quindi ho riprodotto un antipasto e un primo. 
Ho scoperto che l'antipasto ha attirato l'attenzione di un'altra blogger, ma lo posto ugualmente: si tratta di bigné salati che però ho riempito con una spuma di salmone affumicato, anziché con la mortadella. La ricetta originale è QUI e sotto ci sono le mie modifiche.





BIGNE' SALATI  DI GRANO ARSO E PARMIGIANO REGGIANO CON SPUMA DI SALMONE AFFUMICATO

per circa 12 bigné
40 ml acqua
35 g di burro
20 g di farina 00
10 g di farina di grano arso
5 g di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato
1 uovo
un pizzico di sale

per la spuma di salmone affumicato
150 g di salmone affumicato norvegese
50 g di ricotta di mucca
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 cucchiaio di panna fresca


Pre-riscaldate il forno a 180°C statico.
In una ciotola setacciate le farine ed unite il Parmigiano. Mescolate bene e tenete da parte. In una casseruola versate l'acqua, il sale e il burro a pezzetti. Fate scaldare a fiamma media e non appena l'acqua comincia a sobbollire buttate il mix di farine e Parmigiano tutto in una volta e mescolate con un cucchiaio di legno fino a che il composto non si staccherà dalle pareti, cuocete un paio di minuti ancora sempre mescolando poi trasferite il composto in una ciotola e fate intiepidire. Unite l'uovo e mescolate bene fino a che non sia completamente assorbito. Con un sac à poche formate 12 bigné su una placca da forno leggermente unta di burro. Infornate per circa 20-25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. 
Preparate la spuma di salmone passando al mixer tutti gli ingredienti.
Quando i bigné si saranno raffreddati, tagliateli a metà e riempiteli con un cucchiaio abbondante di spuma. Serviteli freschi.




Poi ho scelto la ricetta delle raviole del plin, un vero mito della cucina piemontese. La modifica sta nel vino: visto che le nocciole che ho usato sono le tonde dei Nebrodi (portate dalla vacanza in Sicilia), ho accoppiato un Nero d'Avola e con quello ho preparato la salsa. La ricetta originale è QUI.





RAVIOLE DEL PLIN CON ROBIOLA DI ROCCAVERANO, NOCCIOLE E TIMO

per la pasta
200 g di farina di grano tenero 0
1 uovo intero grande
2 tuorli grandi
per il ripieno
200 g di robiola di roccaverano
40 g di nocciole tonde dei Nebrodi
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
qualche rametto di timo fresco
sale e pepe al mulinello q.b.
per la cottura dei ravioli
1 cucchiaio di mix di erbe secche
per il condimento
100 ml di nero d'Avola "Sherazade" di Donnafugata
20 g di burro
qualche bacca di pepe rosa
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato
qualche rametto di timo fresco
per guarnire
1 cucchiaio di nocciole dei Nebrodi  tritate grossolanamente
foglioline di timo fresco


Preparate la pasta setacciando la farina su un tagliere di legno, praticate un largo buco e mettetevi l'uovo e i tuorli. Con l'aiuto di una forchetta cominciate a sbattere le uova fino ad amalgamarle bene, quindi incorporate poco alla volta la farina e quando l'impasto sarà consistente impastate con le mani. Quando avrete ottenuto una pasta liscia ed elastica, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare almeno mezz'ora.
Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola media lavorate la robiola con un cucchiaio di legno fino a che si sia ammorbidita, unite le nocciole tritate al mortaio e le foglioline di timo fresco. Regolate di sale e pepe e mettete da parte.
Stendete la pasta molto sottile (con la macchina per la pasta arrivate al 6) e ricavatene dei rettangoli. Disponete il ripieno in mucchietti lungo i rettangoli, coprite con un lembo di pasta, premendo delicatamente verso il ripieno per fare uscire l'aria, poi premete bene i bordi per sigillare. Pizzicate in corrispondenza degli spazi vuoti fra un mucchietto di ripieno e l'altro, cioè date ... il PLIN! Attenzione, i plin devono essere piccolini, massimo 2 cm.  Quindi con una rotella dentellata tagliare i ravioli.




In un pentolino mettete il vino e qualche bacca di pepe rosa schiacciata col coltello, accendete il fuoco e fate ridurre di circa la metà, fate raffreddare, filtrate e tenete da parte.
In una pentola capiente portate ad ebollizione l'acqua salata, immergetevi le erbe secche racchiuse in un contenitore apposito o in una bustina di garza. Buttatevi i ravioli e cuocete fino a quando saranno venuti a galla.
Mentre cuociono i ravioli, in un padellino sciogliete il burro con qualche rametto di timo fresco, quando inizia a spumeggiare, unite il vino, amalgamate e spegnete subito.
Impiattate i ravioli, condite con la salsa al vino e guarnite con delle nocciole tritate e qualche fogliolina di timo. 





Con queste delizie partecipo al contest di FLAVIA di novembre-dicembre, il recipetionist! 

 



A presto, un abbraccio a tutti!


14 commenti:

  1. Intanto bentornata cara Carla Emilia. i tuoi bignet sono diversamente stupendi da quelli già postati, perché se è vero che hai usato un ripieno diverso, non hai cambiato la farina di grano arso che regala a questo antipasto un magnifico colore caratteristico. I raviolidel Plimpn a me piavpcciono troppo e lo dico davvero perché sono ricchi, saporiti...e li trovomperfetti per il periodo dell'anno in cui ci troviamo,,..baci e buone feste

    RispondiElimina
  2. Cara Carla che belli questi bignè io ne faccio tanti bocconcini virtualmente li sento già in gola.
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Che spettacoloooooo!!!!
    A presto carla!! Un bacione!!

    RispondiElimina
  4. Buonissimi i ravioli del plin, la versione della Francy poi mi ispira un sacco!!!Chiara

    RispondiElimina
  5. Due piatti favolosi molto gustosi !

    RispondiElimina
  6. due piatti gustosissimi che staranno bene anche sulle tavole delle prossime feste,
    copio l'idea dei bignè per gli antipasti di Natale
    un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  7. Ma WOW che lavorone!! bravissima, hai replicato le ricette in maniera perfetta e con modifiche originali e azzeccatissime, che non mancherò di provare!
    grazie infinite!
    un bacione
    Francy

    RispondiElimina
  8. Cara Carla, il tuo menu è davvero particolarmente sublime!
    Grazie per le tue proposte sempre speciali.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Carla sforni sempre delizie incredibili!!!! Due piatti davvero gustosi e belli, bravissima!!!
    un bacioneee

    RispondiElimina
  10. Due piatti meravigliosi che rispecchiano pienamente quelli che sono i miei gusti personali e da tenere sicuramente in considerazione in occasione delle prossime festività;).
    Un bacione e i miei migliori complimenti Carla,bravissima come sempre:))
    Rosy

    RispondiElimina
  11. Ciao cara quanto tempo, purtroppo un riposo forzato, come va? che belle e buone ricette come sempre!!!!! Complimenti buone feste!!!! Bacione Mirta

    RispondiElimina
  12. che meraviglia! due piatti che mangerei subito!

    RispondiElimina
  13. Hanno un'aria molto appetitosa, che fame :-P !

    RispondiElimina
  14. mamma che bontà!! davvero buonissimi!

    RispondiElimina