Liguria di terra e di mare

13 maggio 2012

Ciao a tutti, ho da raccontarvi un po' di cose. Prima di tutto ho ricevuto in contemporanea da CARLA e da ARTU' un premio




e questo prevede che vi dica 7 cose che mi riguardano. In totale violazione della privacy vi dirò che:
- sono una perfezionista (e ve ne sarete accorti....)
- amo la musica lirica (e anche di questo vi sarete accorti)
- amo visceralmente "Via col vento", riesco a vederlo tutte le volte che passa in TV!
- mi piace il silenzio e stare da sola
- la mia felicità è andare in giro per il mondo
- sono fumina
- nel bene e nel male, il mio mito in celluloide è Nicolas Cage

Adesso dovrei girare il premio a 15 blog, ma non ce la posso fare. Lo lascio qui a disposizione di tutti quelli che mi seguono, insieme a questo altro sempre giratomi da ARTU'




GRAZIE AMICHE :D

Ho spignattato parecchio, mi sono messa da parte un bel po' di ricette perché il prossimo we cucinerò sì come una matta, per la festa dei figli del cuginone Andrea, ma utilizzerò ricette già postate, tanto per andare sul sicuro!

Allora cominciamo con una ricetta copiata, per il contest di ELIFLA




I vincitori dello scorso mese sono ANNALU e FABIO di ASSAGGI DI VIAGGIO.

Non so se li conoscete, sono bravissimi, vincono tutto, averli come avversari significa aver già chiuso la gara, almeno per me è stato così. Perciò quale migliore occasione che questa per copiarli? Come al solito scegliere una loro ricetta non è stato semplice, poi ho deciso per una che potesse celebrare la mia Liguria e quindi ecco i garganelli di Fabio, reinterpretati da me. L'originale lo trovate QUI.

GARGANELLI CON ASPARAGI, GAMBERI E LIMONE

250 g di garganelli paglia e fieno
1 fascetto di asparagi viola di Albenga
10 gamberi di Santa Margherita
1 limone
2 cipollotti sottili
olio, sale

Lavate, pulite e cuocete al dente gli asparagi, mettendoli in acqua bollente salata con le punte fuori. Scolateli e tagliateli a tocchetti tenendo da parte qualche punta. Saltate in padella, con poco olio, i cipollotti affettati e unite gli asparagi. Quindi frullate tutto tranne le punte. Scottate i gamberi nella padella appena unta, per pochi minuti. Poi sgusciateli tranne qualcuno che servirà per decorare il piatto. Lessate la pasta, condite con la crema di asparagi e servite con le punte, i gamberi e una grattata di scorza di limone.





Ieri sera sono andata al cine, doveva esserci "Quasi amici", invece, non so per quale ragione, mi sono trovata "La scomparsa di Patò", tratto dal romanzo di Camilleri. Il romanzo non mi aveva entusiasmato, ma il film è davvero carino. Casagrande e Frassica sono bravissimi e Marcorè, per il poco che appare, è irresistibile. E poi c'è quel bel dialetto siciliano che ho imparato ad amare e a capire un po' proprio grazie a Camilleri, che mi ha riempito molto piacevolmente la serata. 

Bene amici, adesso da voi come sempre e un abbraccio a tutti, buona serata :)

15 commenti:

  1. Carla una presentazione da URLO!!! E da vero chef quale tu sei!!!! Nelle 7 cose che ci racconti di Te ce ne sono almeno 4 che abbiamo in comune, sarà per quello che ci siamo trovate??? Affinità...
    Bacioni carissima e buona domenica

    RispondiElimina
  2. Complimenti per i premi cara Carla e per questo splendido piatto..mi sa che lo copierò anch'io!!!!!
    UN BACIONE E BUONA SERATA!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Bella la ricetta e in bocca al lupo per il contest!! Noi finora non abbiamo ancora vinto!!! ma non ci arrendiamo e quando abbiamo una ricettina giusta partecipiamo. Abbiamo vinto il guest blog di aprile e siamo guest blog di Maggio. Ti invitiamo a partecipare se ti va. Anna

    RispondiElimina
  4. garganelli super!!! come sempre! ma....li hai fatti gli auguri oggi a quella mamma super che hai!?
    baci♥

    RispondiElimina
  5. auguriiii io non so se sei mamma complimenti splendido piatto

    RispondiElimina
  6. Ho conosciuto di persona Annalù e Fabio anche se solo per pochi minuti...due persone deliziose!! La tua proposta è strepitosa...Bravissima! Complimenti per il premio! Un bacione e buona domenica!

    RispondiElimina
  7. innanzi tutto complimenti per il premio, amo anche io andare in giro per il mondo, ma non ho mai finito di vedere via col vento, mi sono sempre addormentata prima
    baci sabina

    RispondiElimina
  8. lo sapevo ...io amo via col vento e' il mio film preferito!!!! e anche io sono molto fumina e adoro avere i miei momenti sola:-) cara il tuo piattino mi servirebbe per cena che non so che fare!!! un abbraccio e buon inizio settimana chissa che sia meglio della scorsa;-)

    RispondiElimina
  9. Sei stata bravissima, li hai realizzati alla perfezione e con una presentazione degna di uno chef...complimenti!!!
    Anna Luisa
    P.S.Ci hai fatti arrossire per tutti i complimenti che ci hai fatto ^_^
    P.S.2 Per Patrizia: è stato bellissimo anche per noi incontrarci, speriamo di rivedereci per un po' di tempo in più la prossima volta ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Bella rivetta e molto bella la presentazione!
    ho scoperto che sei un capricorno come me!
    Ora capisco tante cose! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dire ricetta! Sto dando i numeri!

      Elimina
  11. una ricetta da oscar...e abbiamo un mito in comune,anch'io adoro Nicholas Cage:)

    RispondiElimina
  12. ciao carissima...il tuo piatto favoloso...adoro i gamberi e la presentazione stupenda!
    complimenti per il premio...anch'io vivrei in giro per il mondo, mio marito adora la lirica ed io mi sto approcciando da pochissimo! a volte anche a me piace godere del silenzio...sono i momenti in cui mi rilasso di più!
    bacioni

    RispondiElimina
  13. bellissimi garganelli li adoro e complimenti per i premi meritatissimi!
    Un abbraccio carissima buona settimana Anna

    RispondiElimina
  14. Non dovrei dirlo dopo l'incontro gastRonomico di oggi con le amiche, ma a vedere questi Garganelli mi è tornata una fame !!! Mi piace tanto tanto questa ricetta, bacioni e buona cena, Flavia

    RispondiElimina