Tiriamoci su!

25 gennaio 2012

Ciao amici, come state? Io sono un po' depressa dagli esami di ieri. Stiamo formando la classe medica: auguratevi di stare sempre bene! E' l'unico commento che posso fare di fronte alla poca preparazione degli studenti. Si studia per passare l'esame, ma forse un medico dovrebbe cercare di sapere qualcosa di più. La responsabilità che avrà, sarà enorme...

Meglio che penso a postare una ricettina dal potere taumaturgico :) Che ne dite se vi spiego un altro antipasto della cena di Andrea?


VASETTO CON GAMBERI E FINOCCHIO IN DUE CONSISTENZE

500 g di finocchi
200 g di gamberi medi sgusciati
50 g di cipolla
100 g di patate
2 arance e 1 limone non trattati
10 g di burro
olio EVO, sale, pepe

Mettete i gamberi a marinare con il succo e un po' di scorza delle arance e un pizzico di sale e pepe, per circa 1 ora. Intanto, fate rosolare la cipolla tritata e le patate a fette in olio e burro. Salate, unite 300 ml di acqua tiepida e portate a cottura. Pulite i finocchi, tenete un cuore, tagliate il resto a spicchi e sbollentate per 15 minuti in acqua salata leggermente acidulata con succo di limone. Scolate e nella stessa acqua sbollentate il cuore per 5 minuti. Passate al mixer le patate e i finocchi (tranne il cuore) e riunite le due creme. Regolate di sale, pepate leggermente e unite dell'olio montando ancora un po' con il mixer. Tagliate a dadini il cuore di finocchio. Montate su 4 stecchi, a tre a tre, parte dei gamberi e tagliate i rimanenti a pezzetti.
Preparate il vasetto: disponete sul fondo qualche dado di finocchio, riempite con la crema e decorate la superficie con i gamberi a pezzetti. Chiudete il vasetto e cuocete a bagnomaria in forno a 180° per 10 minuti. Scottate gli spiedini in una padella antiaderente senza condimenti. Servite i vasetti aperti con lo spiedino appoggiato sull'imboccatura.





Due consistenze per il finocchio, dadi e crema, e due per il gambero, morbido nel vasetto e croccante sullo spiedino.

Questa è la versione modificata di una ricetta dello chef Alberto Quaini del ristorante BAGNI MIGNON di Cavi, che ha tenuto una lezione alla scuola CHEF PER CASO dove vado ad imparare belle cose.

Ecco tutta per voi, nessun contest. Baci, a presto :D

 

29 commenti:

  1. Mi piace, mi piace, mi piace..!! quello spiedino di gamberi mi stuzzica parecchio!!

    RispondiElimina
  2. Che idea semplice e sfiziosa! Mi lancio sullo spiedino... gnam!

    RispondiElimina
  3. adoro i gamberi, perciò non posso fare a meno di lasciarti un commento e un saluto..
    che bontà!

    RispondiElimina
  4. ottimo, ti dirò che era tra le cose che mi avevano colpito di più.

    per quanto riguarda la tua amarezza ti capisco, è così per tutte le facoltà, mi ricordo di studenti a cui facevi domande che andavno fuori dal tuo corso e che ti rispondevano male perchè quelle cose le avevano già fatte per un altro esame e l'argomento era chiuso lì. io mi auguro non solo di non star male ma di riuscire sempre a far tutto da sola.

    RispondiElimina
  5. Che originalità e che buono deve essere...Complimenti!!!! Mi spiace leggere queste cose...mi spiace sentir parlare di persone ...giovani...poco curiosi e attenti...poco disposti...poco e basta
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al primo contest del blog Fiore di Cappero dal titolo "AL CONTADINO NON FAR SAPERE COME E' BUONO IL FORMAGGIO CON LE PERE" (http://www.fioredicappero.com/2012/01/ecco-il-primo-contest-di-fiore-di.html)

    RispondiElimina
  7. Questi vasetti sono deliziosi e quegli spiedini una vera tentazione!!! Da provare...Un bacione!

    RispondiElimina
  8. veramente speciale questa ricetta, sia per gusto che per presentazione!brava

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia di presentazione verrai a mangiare da te solo per quello senza tener conto della bonta' dei tuoi piatti!!!Che brutta cosa che dici di questi futuri medici cosi' impreparati e' una cosa che fa molto riflettere!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  10. buon giorno grazie per essere passata volevo dirti che il premio ricevuto lo condivido con te se vuoi passa e fai copia e incolla te lo meriti il tuo blog e interessante

    RispondiElimina
  11. oh sì sì, che bella ricetta! Il buon cibo, come questo che ci proponi, contribuisce già da solo a tener lontani i dottori... no? Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ma che bella presentazione e che ricetta buonissima. Per i dottori.....mmmhhhhh speriamo bene!

    RispondiElimina
  13. Ciao! Per quanto riguarda gli esami....mi viene da dire "oh Signur"... mentre per la tua ricetta intrigante dico wow! e che presentazione originale!!! Non sapevo della cottura in forno coi vasetti!!! Complimentissimi

    RispondiElimina
  14. ciao carletta,come sto?
    ammalatissima!
    e mi preoccupo davvero pensare che i tuoi studenti studiano tanto per fare per pio magari dimenticare qualcosa,come facevo io...mamma mia...davvero,chi decide di studiare medicina dovrebbe avere piu' coscenza!

    RispondiElimina
  15. speriamo di stare bene allora! buonissmo questo piatto con gamberi e finocchi o vasetto dovrei dire! salvo la ricetta! ciao cara

    RispondiElimina
  16. Bellissima ricetta brava Carla
    un0abbraccio affettuoso!!

    RispondiElimina
  17. Non so se ho fatto qualche pasticcio con il mio commento prima!comunque il finocchio come si evince dai miei post, lo amo....i gamberi li adoro!!!insomma...rubo l'idea per qualche cenetta con il mio compagno:-)Ricetta fantastica!!!!E...per quanto riguarda gli esami....calo un velo pietoso, purtroppo in molte facoltà c'è superficialità negli studi..quando questo accade a Medicina, è davvero drammatico. Un abbraccio solidale.

    RispondiElimina
  18. Verrò a leggere la ricetta con calma, ma volevo unirmi al tuo sfogo...il problema è che nonostante siano impreparati arriveranno a lavorare e faranno danni.
    Come essere ottimisti?
    un abbraccio
    loredana

    RispondiElimina
  19. Ciao CarlaEmilia!!
    Mamma mia quanto hai ragione, certi medici dovrebbero davvero cambiare mestiere purtroppo :-(
    Certo è vero che la tua ricetta è un toccasana!!!
    Un abbraccio Prof :-)

    RispondiElimina
  20. Davvero originale, mi piace un sacco questo gioco di consistenze diverse e sapori cosi vari....ottimo!

    RispondiElimina
  21. brava Carla,
    un'idea geniale i vasetti, mi piacciono molto!!
    come al solito sai come stupire i tuoi ospiti!!
    ma dove li hai trovati i vasetti così carini?
    bacioni

    RispondiElimina
  22. woooowwwwwwww anzi doppio wowwwwwwwwwwwww che delizia!!! ma chi sei!!!!!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
  23. Ciao, ieri sono sono uscita con le ragazze per una pizza, quando sono tornata ti ho risposto di là, ma poi mi sono addormentata...con il pc sulle gambe...Devo dire che questo vasetto è veramente SUPER, elegante e originale, per me togliamo i gamberi e mettiamo dei crostini? i dai per un'amica si può fare...
    Baci

    RispondiElimina
  24. Quanto hai ragione: a volte c'e' da farsi prendere dallo sconforto (e meno male che io non sono in ambito medico!)
    La consolazione con questo vasetto mi sembra piu' che degna. Buoni!!!

    RispondiElimina
  25. che bella preparazione molto raffinata, un modo originale per preparare i gamberi

    RispondiElimina
  26. Niente oggi??? va beh, aspetto domani.
    Buona notte
    Baci

    RispondiElimina
  27. Una ricetta da grande chef!
    Li mando io all'università quindi so cosa ti arriva! Cerchiamo di sopravvivere...in salute! Bacioni, Laura

    RispondiElimina
  28. Grazie di aver ricambiato la visita e di esserti unita ai miei lettori....anche io sono dei tuoi!! A presto!!

    RispondiElimina